ALCAMO (Tp) * Lu Risuscitu e la vara di Maria Addolorata

I momenti più salienti del periodo pasquale sono La Domenica delle Palme, il Giovedì e il Venerdì Santo e il giorno della Pasqua.

Durante la Domenica delle Palme, la mattina, si benedicono nelle chiese i ramoscelli di ulivo e palme intrecciate e spesso decorate, nel pomeriggio si svolge invece la rappresentazione itinerante della Passione di Cristo durante la quale oltre un centinaio di personaggi, in costume d’epoca, sfilano dalla parrocchia di S. Anna (dei Cappuccini), fino a Piazza Ciullo dove si costituisce la processione che, attraverso il corso VI Aprile e il Viale Italia, giunge alla “Rotonda” dove si rappresenta la Crocifissione.

Il Giovedì Santo si visitano per tradizione i sepurcri (sepolcri) nelle chiese.

Il Venerdì Santo, invece, si svolge la processione che, dalla chiesa di S. Oliva, muove, con l’urna a vetri di Gesù deposto e la “vara” di Maria Addolorata, vestita di viola riccamente ricamata e col mantello nero gemmato in oro, precedute da una lunga e duplice fila di fedeli, molti dei quali scalzi e con la partecipazione dei bambini vestiti da Samaritane, Giuditte e altri personaggi. Sia la bara del Cristo morto che il simulacro dell’Addolorata sono portati in spalla dai congreganti che per l’occasione vestono di nero con una corona di spine sul capo e l'”abitino” sulle spalle e sul petto.

La funzione più suggestiva della Settimana Santa si volge alla mezzanotte del Sabato. nella Chiesa Madre, con una macchina nascosta dietro l’altare maggiore, viene lanciata in alto la statua di Gesù Risorto (lu Risuscitu).


GUARDA IL VIDEO

http://
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: