BARCELLONA POZZO DI G. (Me) * A Sumana Santa

Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, sorge nella costa settentrionale tirrenica della Sicilia.
Il 1° giugno 1836 il re Ferdinando II° di Borbone, decise che il nuovo comune formato dalla fusione di due comuni avrebbe portato l’attuale nome. QuindiBarcellona e Pozzo di Gotto possiedono due Arcipreture, e vantano, in occasione del Venerdì Santo, due distinte processioni .

Si tratta di ventisei “ varette “ che riproducono i Misteri della Via Crucis e si dividono in due distinti filoni : quello diPozzo di Gotto, dotato di “varette “ più antiche che risalgono al 1800, ad eccezione dell’ “ Ecce Homo “, databile intorno al 1700 e l’altro al filone di Barcellona caratterizzato da creazioni più moderne, risalenti ai primi anni del ‘900.
Considerevole la “varetta” del “Signore Morto”, preceduta da un gruppo di soldati, i cosiddetti “Giudei”, con elmo e lancia, e coi costumi scarlatti dell’epoca messianica.
Essi si snodano in una ricchezza di fiori e di luminarie, seguite da gruppi di uomini che cantano la “Vexilla”. un antico motivo, costruito sui versi del poeta latino Venanzio Fortunato (530-601)* : “Vexilla Regis”.**

In ciascuna delle “ varette “, oltre ad essere rappresentato il singolo evento, viene simboleggiato il luogo e lo scenario dell’episodio avvenuto ed il pellegrinaggio al seguito, ha un momento solenne quando le due processioni si incontrano sulle vie del ponte Barcellonese ( Longano ) secondo l’antica tradizione.


*

 PUBBLICAZIONI:  – GIAMBRA EDITORI – Le varette di Barcellona Pozzo di Gotto di Gino Trapani, Andrea Italiano, Antonino Il Grande
 le-varette-di-barcellona-pozzo-di-gotto

http://
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: