CASTELVETRANO (Tp) * Festa dell’aurora

Le funzioni della Settimana Santa anno inizio la domenica della Palme quando nel tardo pomeriggio per le vie della città avviene la processione della Madonna Addolorata che si dice vada in cerca del Figlio, ormai entrato in Gerusalemme.
La sera del Giovedì Santo quando nelle chiese si e perpetrato l’austero rito della lavanda dei piedi e l’istituzione dell’Eucaristia per tutta la notte si svolge la tradizionale visita ai sepolcri .
Il Venerdì Santo al termine della celebrazione della Passione del Signore che si celebra nel primo pomeriggio, in tutte le chiese della città, nella cappella del Santo Calvario avviene la pietosa Scinnuta di la Cruci , il Cristo morto viene deposto in un’urna di vetro e portato in processione sotto lo sguardo addolorato di Maria sua madre.
La domenica di Pasqua nella piazza Carlo d’Aragona, avviene l’Aurora una delle rappresentazioni religiose e popolari più antiche della città. Venne introdotta dai carmelitani nel secolo XVII e viene celebrata in maniera più semplice a Mazara del Vallo e a Salaparuta, mentre è a Castelvetrano che essa vede la celebrazione più solenne.
L’Aurora, così detta per l’ora mattutina in cui si svolgeva, rappresenta l’incontro del Cristo risorto, in una candida veste bianca, portante una bandiera rossa fiammante, e della Madonna, coperta da un lungo manto nero, con la partecipazione dell’Angelo Nunziante, che fa da spola dall’uno e dall’altra.Appena viciniCristo e la Madonna, questa slarga le braccia per stringersi al petto il figliolo.
A questo atto cade il manto nero e la Madonna appare con un ricco manto festivo. Esempio altissimo di pietà e amore.
La sacra manifestazione si conclude con il volo colombe e uccelli, musica festosa e grida di giubilo.

 


GUARDA IL VIDEO

http://
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: